Dai vita alla tua vacanza!

La pratica del turismo fluviale

Schede pratiche

Cosa c'è di più bello che lasciarsi trasportare dall'acqua tra colline e foreste? Il turismo fluviale è accessibile a tutti e permette di andare alla scoperta del patrimonio francese in modo originale. Ma prima di mollare gli ormeggi verso la prima chiusa, ecco alcuni suggerimenti per godersi la crociera.

La pratica del turismo fluviale

I preparativi

  • Poiché le manovre per oltrepassare le chiuse richiedono la presenza di almeno due persone, la navigazione in solitaria non è possibile. Occorre quindi scegliere con chi partire, meglio se in tre o quattro adulti. I costi suddivisi saranno inferiori.
  • Per come è fatta la Francia, le destinazioni fra cui scegliere certo non mancano. Il turismo fluviale è presente in quasi tutte le regioni del paese: Midi, Centro, Borgogna, Bretagna, regione della Loira, Alsazia, Lorena, Piccardia e regione parigina. La scelta del canale dipenderà dalle preferenze personali e dalla stagione.
  • Per preparare il viaggio con cura occorre procurarsi una guida per la navigazione da diporto e le carte nautiche corrispondenti alla regione scelta. Pensare agli scali da fare e ai punti di rifornimento di cui servirsi per il carburante, l'acqua potabile e il vitto. Scegliere preferibilmente un tragitto di sola andata anziché un percorso con andata e ritorno che potrebbe essere più noioso nella seconda parte.
  • Il periodo più turistico è naturalmente quello delle vacanze estive. Di conseguenza le tariffe di noleggio sono più interessanti in mezzastagione, ma bisogna mettere in conto che le condizioni meteorologiche potrebbero essere più sfavorevoli.
  • Calcolare il proprio budget tenendo conto della durata, del numero dei partecipanti e dello stile di vita che si intende adottare. Non dimenticare di includere eventuali visite turistiche, il costo del carburante, le tasse di transito e il costo dell'energia elettrica durante gli scali.
  • Se non si possiede un'imbarcazione propria, è possibile noleggiare un coche de plaisance, un battello fluviale da diporto. Si tratta di un'imbarcazione a motore sotto i 15 metri di lunghezza in grado di ospitare fino a una dozzina di persone e completamente attrezzata (salottino, cabine, cucina, bagno, ecc.) Non è necessario essere in possesso di una patente nautica. La conduzione del battello è molto semplice e le indicazioni fornite dal locatore saranno sufficienti per prendere confidenza con la barca.
  • Per facilitare i rifornimenti, munirsi di un cavo elettrico di prolunga di diverse decine di metri e di un tubo di prolunga per l'acqua con ugello standard.
  • Assicurarsi di avere tutti i documenti amministrativi necessari per la navigazione.
  • Non trascurare la propria attrezzatura personale. In particolare, ricordarsi di portare:
  • Abbigliamento per ogni condizione meteorologica
  • Scarpe che non scivolino
  • Guanti di plastica spessa per le cime bagnate
  • Un cappello, occhiali da sole e crema solare
  • Set e medicinali per il pronto soccorso
  • Un utensile multiuso, un coltello da tasca
  • Una torcia elettrica stagna
  • Un barometro
  • Un accendino, un cavatappi e un apriscatole

La navigazione

  • Controllare le previsioni meteo prima di partire poiché la navigazione in periodo di piena è fortemente sconsigliata.
  • Seguire le regole di navigazione, che sono simili al codice della strada: tenere la destra, sorpassare a sinistra, ecc. Negli incroci, chi discende il corso del fiume ha la precedenza su chi lo risale.
  • Dare sempre la precedenza alle imbarcazioni commerciali.
  • Ridurre la velocità in presenza di un'imbarcazione più piccola per evitare l'aumento del moto ondoso.
  • Rispettare i limiti di velocità (da 6 a 15 chilometri all'ora a seconda del canale).
  • Quando si deve attraversare una chiusa, tenersi a distanza se le porte sono chiuse e cedere il passo alle imbarcazioni in uscita. Avanzare solo quando le porte sono aperte e si riceve l'apposito segnale.
  • Rispettare gli orari di navigazione e soprattutto non navigare di notte. Occorre comunque accendere le proprie luci di notte o in caso di nebbia.
  • Utilizzare l'arcata dei ponti vicino ai piloni per ovviare alla corrente e all'aumento del moto ondoso.
  • L'ormeggio dell'imbarcazione è ammesso solo nei luoghi appositamente indicati e in nessun modo dovrà ostacolare la navigazione di altre imbarcazioni. Legare l'imbarcazione a un paletto piuttosto che a un albero.
  • Per lo scarico delle acque reflue e dei rifiuti, utilizzare solo i luoghi appositamente indicati al fine di non inquinare il canale.
Ritorno alle schede pratiche
Le tue vacanze
Un hotel
Un affitto vacanze
Un bed & breakfast
Un campeggio
Un'attività di svago
Un ristorante
Un'auto a noleggio
Un biglietto aereo
Il tuo account