Dai vita alla tua vacanza!

Villeneuve-l'Archevêque

Guida turismo, vacanze e weekend nella Yonne

Villeneuve-l'Archevêque - Guida turismo, vacanze e weekend nella Yonne
10
3

Situato nel nord della Borgogna, l'affascinante borgo di Villeneuve-l'Archevêque gode di una posizione privilegiata e di un patrimonio architettonico che merita una visita. Situato nel cuore della valle di Vanne, in un ambiente tranquillo, è ad appena una cinquantina di chilometri da Auxerre e una mezzora da attrazioni turistiche come la foresta di Othe o le città medievali di Troyes e Sens.

Il villaggio fu fondato intorno al 1150, secondo una tipica pianta medievale a griglia, dai monaci di Saint-Jean-lès-Sens. Nel 1239, fu qui che San Luigi ricevette la Corona di Spine di Cristo, dopo averla acquistata dai veneziani. La Carta di Lorris ha contribuito alla prosperità e all'espansione del villaggio.

Gli amanti degli edifici religiosi apprezzeranno la chiesa romanica di Notre-Dame, classificata come monumento storico. Risalente al XII secolo, è stata ristrutturata due volte, nel XIII e nel XVI secolo. Ha una campata gotica, un coro rinascimentale, statuaria del XVI secolo, una bella pietra tombale del 1528 proveniente dall'abbazia di Vauluisant, e un bel portale decorato con figure scolpite.

Informazioni complementari
Villeneuve-l'Archevêque

Piccolo paese della Yonne, Villeneuve-l'Archevêque si svolge nel cuore della valle Vanne, non lontano dalla Foresta Othe, tra le città molto medievale di Troyes e Sens. Al confine con l'ex regione Champagne-Ardenne, si trova a soli cinquanta chilometri da Auxerre.

Fondata a metà del XII secolo dai monaci di Saint-Jean-les-Sens, il Villeneuve-l'Archevêque comune però aveva un'occupazione umana molto più antica come evidenziato da resti preistorici trovati lì. Costruito all'epoca come scacchiera, ha vissuto una grande espansione nei secoli successivi, grazie all'attribuzione delle usanze di Lorris. Essa mostra soprattutto nella prima metà del XIII secolo, con la ricevuta della Corona di Spine da San Luigi aveva appena riscattare i Veneziani.

Sempre pieno di fascino, la città continua ad attrarre i visitatori con la sua bellezza, ma anche il suo ricco patrimonio architettonico, che non è priva di interesse storico.

Da vedere, da fare

Costruito nel XII secolo e ricostruita nei secoli XIII e XVI, la Chiesa della Madonna è ora classificato come monumento storico. Prima di stile romanico, ora ha alcune parti gotiche e rinascimentali a causa dei suoi numerosi lavori di ristrutturazione. Il portale settentrionale, di origine, svela in particolare una bellissima Vergine con il Bambino. All'interno è possibile ammirare una Deposizione dall'abbazia Vauluisant prima metà del Cinquecento, una Pietà e diverse sculture dello stesso periodo.

La città è punteggiata da diversi mulini comuni del XVI secolo che un tempo appartenevano agli arcivescovi. Sono stati completamente ricostruiti alla fine delle Guerre di Religione.

Da non perdere per visitare le antiche fortificazioni scomparse nel diciannovesimo secolo. Oggi sono segnati da bellissime passeggiate fiancheggiate da venerabili tigli.

Luoghi di interesse

Monumenti
Punti informativi

Eventi e festività

Il mercato si svolge ogni sabato mattina.

Una vendita di garage è proposta a giugno.

Ogni prima domenica di agosto, la città organizza la fiera di Saint-Amour con varie animazioni.

Il salone di Sant'Andrea si tiene ogni anno a novembre e dicembre.

Foto

Portale di Notre-Dame
Portale di Notre-Dame
Vedi la foto
Sepoltura 16 ° secolo
Sepoltura 16 ° secolo
Vedi la foto
Fiera di San Amour
Fiera di San Amour
Vedi la foto

Visite, svaghi e attività nei dintorni

Ristoranti

Bed & breakfast

Affitti vacanze

Campeggi

Hotel

Le tue vacanze
Un hotel
Un affitto vacanze
Un bed & breakfast
Un campeggio
Un'attività di svago
Un ristorante
Un'auto a noleggio
Un biglietto aereo
A continuare la navigazione su questo sito, si accetta l'uso di cookies per fornire offerte adatte.
Per saperne di più e configurare