Dai vita alla tua vacanza!

Saint-Flour

Guida turismo, vacanze e weekend nel Cantal

Saint-Flour - Guida turismo, vacanze e weekend nel Cantal
7.5
16

Informazioni complementari
Saint-Flour

Il nome deriva da Saint Floro Saint-Flour. La leggenda che l'uomo avrebbe messo la mano sulla roccia vulcanica e sarebbe stato aperto a lui per lasciarlo passare, per entrare nel cuore della città. Questo percorso è accessibile dalla strada Frauze e il percorso delle Capre (322 gradini!).

Le specialità gastronomiche abbondano: formaggio (Cantal, Saint Nectaire, blu, Salers, Fourme d'Ambert), lo stufato Auvergne (patate, carote, carne di maiale), pancetta (tenera carne di maiale molto).

Saint-Flour stupisce il visitatore. La città, orgogliosi, che il tappo le torri quadrate di una cattedrale gotica si erge, una nave nel cielo su un promontorio di basalto, mille metri di altitudine. Ai suoi piedi scorre un tranquillo piccolo qu'enjambait fiume una volta, su un antico ponte, di probabile origine romana, il vecchio modo di "La Francia in Linguadoca."

città Fortezza tutt'uno con il basamento vulcanico che la radice simboleggia, con la sua attuazione brusco, moneta forte ha illustrato nel corso dei secoli: "Nessuno mi ha preso con la forza del vento." Inglese, Strada, ugonotti fallito davanti alle mura di quella che il trattato di Brétigny era stato proclamato "Chiavi della Francia contro la Guyenne". Durante la Rivoluzione, ha guadagnato il nome di "Fort Cantal" e per i suoi successi durante l'ultima guerra, è stato citato in ordine dell'esercito.

Una strada tornanti, lungo bellissimo organo, o un ripido sentiero che conduce alla porta di Thuile, forniscono l'accesso alla cittadella. Il gruppo di centro storico le sue case rinascimentali in tutto il Place d'Armes. Basilica di San Pietro, lo stile gotico, che si fonde e pietra di basalto Murat, contiene le reliquie di Saint-Flour, "Le Beau Dieu", famosa scultura dipinta noce nero, unica e un bel murale restaurato pochi anni.

La "villa Sancti Flori"...

Nel quinto secolo, su questo sperone roccioso difeso su tre lati da scogliere di basalto, a volte Lodève, un vescovo missionario il cui nome rivela il gallo-romana "Floro". Si raduna attorno a sé la gente sul posto dove ha piantato la croce di Cristo. Ci lascia alla sua morte, una piccola chiesa. La sua influenza è immenso e per quasi cinque secoli, il Santo reputazione attirerà pellegrini attorno alla tomba dove, a poco a poco, andare in case famiglia che diventeranno la Villa Sancti Flori.

Nel XI secolo, un figlio di questa terra, il monaco Odilon Mercoeur, il futuro abate del grande Ordine di Cluny, dotato la città con un priorato. Inizia così la vocazione di questa piccola città nel centro della civiltà, un luogo di preghiera, ma soprattutto... roccaforte. "Villa Sancti Flori" si trasforma in "Oppidum Sancti Flori". Nel 1317, sotto il pontificato di Giovanni XXII Saint-Flour divenne la sede di una nuova diocesi. Possesso, a partire dal XIII secolo, le sue franchigie comunali, acquisiti o concesso il diritto di auto-difesa per i residenti ha abbandonato la città sanfloraine attira il favore della regalità a cui risponde durante l'occupazione inglese, nel 1356 1391, un feroce difesa che gli è valso il re Carlo V il titolo di "regno di Clef Devers Guyenne".

E Carlo VII venne rifugio...

Più tardi, Carlo VII si gettò dietro le sue alte mura per ripararsi quando, nel 1437, di ritorno dalla Linguadoca, ha imparato da un messaggio da parte della Regina, la cospirazione di Angers che sbarrare la strada per Parigi. Per otto giorni, egli rimane in Saint-Flour e godere di questa breve pausa per raccogliere le sue forze militari, prima di continuare la sua marcia vittoriosa su Parigi, il recupero in lingua inglese dal duca di Richmond. Attorno alla cattedrale di Saint-Pierre, alto nei primi anni del XV secolo, ha creato un centro intellettuale e religioso alimentato, nel corso dei secoli per la presenza di notabili, i consoli del comune, ci si veste e la giustizia. Così, la città divenne un capitale religiosa e giudiziario.

Un'architettura ricca di storia...

E 'notevole vedere come il ricco passato Sanflorain legge ancora nelle vecchie pietre, la disposizione delle strade, l'ordine e il carattere di monumenti medievali rimasti in piedi. Due porte fortificate mostrano ancora la complessità delle difese della città. La terrazza delle Rocce mette il visitatore nel luogo in cui la sentinella medievale osservava le bande nemiche lontane sono scesi in Gévaudan. Place d'Armes ha sostanzialmente l'aspetto che aveva nel Medioevo. Alcune arcate che erano intorno sono scomparsi, la piazza ha mantenuto i due grandi monumenti che costituiscono il quadro: la cattedrale gotica e il "Rinascimento" facciata in stile della casa consolare. E 'solo a piedi le sue antiche vie con nomi tipici come, invece di "Mets" Street di "Walls" o anche la "Muret" per scoprire reperti curiosi come questo anello intarsio in stipiti XVI secolo, a cui il padrone di casa attaccato le briglie del suo cavallo.

giorni di gloria e periodi bui...

La rivoluzione del 1789 abbatte i muri e mette fine alle imprese militari della città. Da questo passato lontano e glorioso, resta da Saint-Flour, le braccia reali ", un campo azzurro seminato di gigli d'oro", che è la ricompensa più preziosa del valore militare. I sedili sono riusciti, a sua volta diteggiatura, giorni di gloria e periodi di buio. Nell'ultima guerra, la città sanfloraine conserva ancora il ricordo vivo delle sofferenze patite. Per la prima volta, ha visto la sua vecchia terra cittadella calpestato dal nemico.

Un chiama a casa...

Centro di un paese prevalentemente agricolo, ben consapevole del suo ambiente naturale e la bellezza dei suoi siti, Saint-Flour si voltò verso il turismo verde. E 'stata la prima città del Cantal (e uno dei primi in Francia) eretta con decreto stazione turistica, il 13 giugno 1921. Le sue porte che per secoli erano strettamente sorvegliato l'approccio del nemico, sono ora aperte i suoi visitatori.

Il "Recluse" - la città feroce monitora l'orizzonte mozzafiato Margeride Highway "Il Meridiano", che passa senza toccare, e la città bassa. Vinciamo questo uno dal Ponte Vecchio su Ander, dove per secoli il "Recluse", simbolo dell'anima Saint-Flour, bloccato vita volontaria nel suo camerino a sbalzo, ha pregato per tutti i Sanflorains.

Verso le acque blu - a pochi chilometri da Saint-Flour, Ander aderito al Truyère trattenuto nella diga maestosa ambiente romantico Grandval, punteggiato da capolavori come castello medievale Alleuze e moderna come il famoso viadotto garage o la sua recente controparte autostrada.

Da vedere, da fare

Luoghi di interesse

Luoghi di svago
Monumenti
Punti informativi
Trasporti

Eventi e festività

Foto

Lesser Town
Lesser Town
Vedi la foto
Porta Thuile
Porta Thuile
Vedi la foto
Nelle vie del centro Saint-Flour
Nelle vie del centro Saint-Flour
Vedi la foto
Visualizza Ander
Visualizza Ander
Vedi la foto
Una fontana, fino alla sala
Una fontana, fino alla sala
Vedi la foto
Saint-Flour sulla sua piattaforma
Saint-Flour sulla sua piattaforma
Vedi la foto
Nella cattedrale, tredicesima nero Cristo s
Nella cattedrale, tredicesima nero Cristo s
Vedi la foto
. Il reliquiario d'oro Saint Flour
. Il reliquiario d'oro Saint Flour
Vedi la foto
Statua di Camille Gandilhon, poeta Arverne
Statua di Camille Gandilhon, poeta Arverne
Vedi la foto
la mano di Saint-Flour - Passaggio nella roccia
la mano di Saint-Flour - Passaggio nella roccia
Vedi la foto
Cattedrale
Cattedrale
Vedi la foto
Vetrate della cattedrale di San Pietro
Vetrate della cattedrale di San Pietro
Vedi la foto
Particolare della casa consolare
Particolare della casa consolare
Vedi la foto
cortile della casa consolare
cortile della casa consolare
Vedi la foto
Cortile casa consolare
Cortile casa consolare
Vedi la foto
Visualizza bastioni
Visualizza bastioni
Vedi la foto
collegiale macchiato
collegiale macchiato
Vedi la foto
Top (© Gérard Charbonnel 2012)
Top (© Gérard Charbonnel 2012)
Vedi la foto
Monumento a Georges Pompidou (© Gérard Charbonnel 2012)
Monumento a Georges Pompidou (© Gérard Charbonnel 2012)
Vedi la foto
Cattedrale di San Pietro e Saint-Flour (© Gérard Charbonnel 2012)
Cattedrale di San Pietro e Saint-Flour (© Gérard Charbonnel 2012)
Vedi la foto
il città bassa (© Gérard Charbonnel 2012)
il città bassa (© Gérard Charbonnel 2012)
Vedi la foto

Visite, svaghi e attività nei dintorni

Garabit il viadotto.

Ristoranti

Bed & breakfast

Affitti vacanze

Campeggi

Hotel

Le tue vacanze
Un hotel
Un affitto vacanze
Un bed & breakfast
Un campeggio
Un'attività di svago
Un ristorante
A continuare la navigazione su questo sito, si accetta l'uso di cookies per fornire offerte adatte. Per saperne di più