Dai vita alla tua vacanza!

Riom

Guida turismo, vacanze e weekend nel Puy-de-Dôme

Riom - Guida turismo, vacanze e weekend nel Puy-de-Dôme
7.1
14

Riom, antica capitale del ducato d'Alvernia nonché elegante Città d'Arte e di Storia, ha conservato molte testimonianze architettoniche del suo prestigioso passato. Il palazzo del Municipio del XVI secolo, con il magnifico cortile interno, la Sainte-Chapelle in stile gotico fiammeggiante e le sue vetrate del XV secolo, palazzo Guymoneau e la sua scala finemente scolpita, la torre dell'Orologio e il suo bel panorama sui tetti della città e sui dintorni e ancora la chiesa di Notre-Dame-du-Marthuret e la sua bella statua della Vergine con uccello, sono tutti luoghi da scoprire attraversando le strade del centro storico.

Da non perdere anche il Museo Mandet, con le sue collezioni di dipinti, sculture, oggetti d'arte e decorativi, oreficeria e ceramica e il Museo regionale d'Alvernia, dedicato alle arti e alle tradizioni popolari dell'Alvernia del XIX secolo.

Informazioni complementari
Riom

Città di Puy-de-Dôme, Auvergne, Riom fa parte dell'area urbana di Clermont-Ferrand. Terza città del dipartimento, è idealmente situato tra il Puys e la famosa pianura di Limagne.

Capitale storica della Auvergne dal XIII secolo, è stata classificata zona protetta Riom e il centro del paese di arte e di storia designato Riom metà degli anni 2000 il suo patrimonio eccezionale che molti elementi sono classificato monumento storico o un monumento storico, la città abbonda sito per scoprire che richiamano le ore importanti della città Auvergne.

Elegante, la città non sa eventi meno festosi e colorati durante tutto l'anno, e gli amanti della storia interessante come gli amanti della festa calda e accogliente.

La sua posizione, cascate vicine gole del Enval, anche gli valse un'ottima reputazione per i suoi paesaggi ed escursioni attraverso la natura verde e incontaminata. Difficile resistere al fascino di vulcani e storia reale Riom!

A pochi chilometri a nord di Clermont-Ferrand, il suo più grande vicino al bordo dei vulcani lungo la pianura del Limagne, la zona collinare dove Riom sviluppato precoce svolge un ruolo interessante per gli uomini come testimonia il ritrovamento di materiale preistorico. Il menhir di la Varenne, ha testimoniato come qualsiasi megalite dell'influenza umana sulla natura e probabilmente segnava il limite di territorio lungo ex paludi ed è stato forse anche una funzione religiosa.

In epoca gallo-romana, la città di Arverne Ricomagnum, centro economico con importanti funzioni aziendali diventa il Vicus Ricomagensis gode di una posizione vantaggiosa sulla strada che collega Claudia Augusto-Nemetum (Clermont-Ferrand) per Avarico (Bourges). Riom viene poi utilizzato per scopi agricoli senza fortificazioni agglomerazione, che divenne noto alla fine del IV secolo la sede di una vasta parrocchia primitiva. No vestigia di quell'epoca è visibile nella città vecchia, ma l'insediamento gallo-romana è attestata dalla presenza di villae nella vicina campagna.

I primi borgo medievale protetto dalle castello di un conte, si concentra intorno a un gruppo ecclesiale, fondata nel V secolo da Saint-Amable. Poi c'è un pellegrinaggio alle reliquie del santo accresce la sua reputazione e aumenta il suo sviluppo.

Nel XIII secolo, queste funzioni economiche e religiose si aggiunge il prestigio di un centro amministrativo e giudiziario quando Riom è scelta come la capitale delle Terre Reali di Auvergne. Aprire quindi entrambi buoni tempi quelli di appannaggi Alphonse de Poitiers (1241 - 1271) e Jean de Berry (1365-1416). Il primo altera la sua topografia e dà il suo frame corrente che può unire il nucleo urbano primitivo al nuovo castello più a est. Il secondo, Jean de Berry, aveva costruito il Palazzo Ducale e la Sainte-Chapelle.

Dopo la prerogativa dei Borboni (1416 - 1527), Riom ritorna alla corona. E 'la sede delle corti reali.

In questi tempi di trasformazione urbana, il potere degli stati borghesi attraverso Carta franchising (1270). Stanno costruendo nel cuore della città, il campanile (1391) per ospitare la campana e Jacquemart consolare offerto da Jean de Berry. Gli edifici hanno un panorama abbastanza completo d'arte dal Medioevo coesistono architettura romanica della cappella di San-Don, il tardo romanico e gotico infanzia nel nord della abbazia di Saint-Amable e gotico Sainte Chapelle anche noto per le sue finestre. Il Notre-Dame-du-Marthuret è l'esempio più settentrionale della Linguadoca gotico e conserva la statua della Vergine per l'uccello. Per quanto riguarda l'architettura civile, rari resti di bacche o portici consentono di immaginare alcune belle case in pietra. Per quanto riguarda la casa di legno, è l'unica testimonianza di questo tipo di insediamento medievale scomparso durante l'incendio alla fine del XV secolo.

Rinascimento è caratterizzata da un rinnovamento di edifici dopo i terremoti e incendi quindicesimo. Le case, costruite in pietra di Volvic su un perizoma trama, ancora medievale, offrono la noblesse de robe e la borghesia un ambiente di vita piacevole con giardini. La cura per l'arredamento, naturalmente, e talvolta facciate, riflette lo sviluppo urbano. Così il caso di struttura, con i suoi Guymoneau dell'Ascensione e cardinali virtù della casa chiamati "consoli" con medaglioni e, più tardi, la Maison Rouge Hotel Arnoux con la sua oculi in pelle. Lo status privilegiato dei suoi sponsor si afferma nella scala di proporzioni come il Cériers alberghiere (ora Hotel de Ville). Mentre la zona di San Giovanni rivela un habitat più modesto legati alla conceria con la casa che si chiama Antoine Pandu e la casa dell'artigiano.

Dopo la grande peste del 1630, le strade si fontane vivi e emmaillent: Fontana di Adamo ed Eva. La borghesia arricchita accede alle noblesse de robe grazie al sistema della vendita di uffici e alberghi costruiti tutti intrisi di sobrietà classica. I canoni di Saint-Amable dotare loro boiserie notevole chiesa (1687).

Nel XVIII secolo, l'iniziativa degli individui è determinante per l'evoluzione del paesaggio urbano. Secondo la loro fortuna, stanno costruendo case tra cortile e giardino sul modello parigino come Dufraisse Hotel du Cheix (museo Mandet corrente) o semplicemente rifare l'edificio sulla strada come Arnoux Hotel Maison Rouge. Tuttavia, in molti casi, muri di gronda falsi sono placcati con i pignoni. Hanno quindi mascherare le strutture e distribuiti lungo le strade come un palcoscenico.

Durante la Rivoluzione, la città perde il suo titolo di capitale. Soppiantato da Clermont, Riom, ora sottoprefettura, vive ritirato in se stesso. Ma nel corso del XIX secolo, come per mostrare le radici della giustizia in città, abbiamo scelto Riom (1804) per la costruzione della Corte d'Appello sul luogo simbolo del Palazzo Ducale, sede del potere e campi da Francesco. Per questo edificio (1824 - 1848), architetto Degeorge, allievo di Percier, si ispira palazzi romani del secondo rinascimento, tra cui il Palazzo Farnese. Tutto ciò che integra la Sainte-Chapelle, è l'unico sito principale del centro storico dove le case del XIX secolo sono rari. Si alzano all'ombra degli alberi sulla corona dei viali. Nei distretti orientali, la fabbrica di tabacco (1883) presenta un raffinato esempio di architettura industriale. La seconda metà del secolo, ha visto anche la fondazione del Museo (1859) da Francisque Mandet che insieme con gli Amici del Museo un'interessante collezione di dilettanti.

All'inizio del XX secolo porta l'impronta di Etienne Clémentel (1904-1935) con il restauro del Palazzo Comunale, la costruzione della stazione (1913) e l'edilizia sociale come città Clémentel (1933).

La città oggi si trova ad affrontare la sua estensione e parallelo a questa urbanizzazione, l'area protetta unisce tutela e valorizzazione. Pertanto, l'intervento nei distretti settentrionali con strutture sportive e ricreative in concomitanza con la creazione del liceo Marie Laurencin (1990) raddoppia il mantenimento della vita scolastica in centro storico con la riabilitazione di Michel College of Ospedale (1992) presso l'ex collegio dell'Oratorio.

Musei di Auvergne (1969) e Mandet, rinnovato ed ampliato nel 1983, permettendogli di svolgere un ruolo nel panorama culturale regionale. Si compiace inoltre recenti creazioni sia in strutture culturali, fondi leganti e arti decorative contemporanee della città, Porte de Rougemont (1997).

Da vedere, da fare

Classificato area protetta, il centro Riom piena di edifici da scoprire e da ammirare.

Una volta circondata da mura abbattute poco prima della Rivoluzione francese, l'antico centro di Riom continua a rivelare le sue meraviglie ai visitatori. Palazzi settecenteschi fianco magnifici edifici come la Casa dei Consoli. Quest'ultima, costruita nel XVI secolo è chiamato dopo i medaglioni in terracotta che adornano la facciata su arcate. Si possono scoprire le più belle residenze al crocevia di Taules, dove le strade principali di piombo Riom. Torre ottagonale di Riom Clock è anche un must assoluto in città. Ospita una mostra sul patrimonio della città, accompagnato da un modello tattile. Dalla sua terrazza abbiamo raggiunto dopo circa 130 passi, offre una vista eccezionale di Riom e dintorni. Da non perdere anche, la fontana di Adamo ed Eva con belle cariatidi, il più famoso di Riom.

Edifici religiosi abbondano in Riom, e sono belle. Il Notre-Dame-du-Marthuret possono ammirare bellissime vetrate, e una Madonna con uccello del XIV secolo. Solo resta del castello del duca Jean de Berry, Sainte-Chapelle Riom è collegato alla città tribunale e ha alcune belle vetrate del XV secolo.

La basilica di Saint-Amable, il cui omonimo santo si celebra ogni anno, si fonde armoniosamente stile romanico e gotico, per un set incantevole.

L'Alvernia Museo Regionale è una delle principali attrazioni culturali di Riom. Museo delle Arti e Tradizioni Popolari, che permette di scoprire bellissime collezioni di strumenti, attrezzi rurali, mobili, costumi o set.

Ospitato in albergo Dufraisse, costruito nei primi anni del XVIII secolo, il museo Mandet presenta le collezioni pubbliche di dipinti di scuola fiamminga, olandese e francese del XVII e XVIII secolo. Richard donazione è anche disponibile nel museo, tra cui l'argenteria, ceramica o armi.

Luoghi di interesse

Luoghi di svago
Monumenti
Punti informativi
Sale di spettacolo
Trasporti

Eventi e festività

Con un passato reale del capitale di Auvergne, Riom è una città che sa animare regolarmente offrendo fiere, mercati o altri eventi per accendere le vie del centro storico.

Durante tutto l'anno, un mercato si svolge il Sabato mattina, non lontano dal Municipio e nell'ambito del mercato per quanto riguarda il cibo.

Ogni estate la città mantiene la sua stagione estiva Frammenti giorno. In questa occasione, spettacoli di strada, concerti, spettacoli circensi si tengono da inizio luglio a fine agosto. Mostre di ogni genere e proiezioni di film sono offerti anche durante la stagione.

Fino al carnevale di San Amable in inverno metà Pre-Madame a fine ottobre. Giostre, restauri stalle e altri eventi sono in programma. Nel mese di giugno, l'estate di Saint Amable è organizzata anche sullo stesso modello. In queste occasioni, fiere e bancarelle con molti altri commercianti sono inoltre disponibili.

Nel mese di dicembre, posizionare Riom Country Fest. Illuminazioni sono installati in giro per la città, mentre sfilate in costume e spettacoli serali di acrobazie, ecc sono presentati nelle strade della città Auvergne.

Foto

Visualizza Riom dalla Torre dell'Orologio
Visualizza Riom dalla Torre dell'Orologio
Vedi la foto

Visite, svaghi e attività nei dintorni

Ristoranti

Bed & breakfast

Affitti vacanze

Campeggi

Hotel

Le tue vacanze
Un hotel
Un affitto vacanze
Un bed & breakfast
Un campeggio
Un'attività di svago
Un ristorante
A continuare la navigazione su questo sito, si accetta l'uso di cookies per fornire offerte adatte. Per saperne di più