Le foto delle vacanze: come farle

Turismo,Vacanze & Viaggio in Francia

Turismo > Schede pratiche > Le foto delle vacanze: come farle
Le foto delle vacanze: come farle

Le foto delle proprie vacanze permettono di condividere e di prolungare il divertimento in attesa delle vacanze successive! L'evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha contribuito a rendere la fotografia più accessibile ai vacanzieri. Ciononostante, e per fortuna, la macchina fotografica non è tutto. L'inquadratura, la composizione dell'immagine e la regolazione della luce dipendono sempre dal fotografo. La trasposizione dell'emozione provata rimane sempre una sfida. Ecco dunque alcuni suggerimenti che possono aiutare non solo a fare bene le proprio foto, ma anche a farle belle.

IL MATERIALE

  • La macchina fotografica che si utilizza è generalmente digitale. Tuttavia, alcune persone usano ancora macchine a pellicola. È una questione di preferenze personali.
  • La scelta dell'obiettivo deve consentire di riprendere i paesaggi con un angolo sufficientemente ampio (circa 28 mm) e di poter zumare correttamente sui soggetti lontani (almeno 80 mm). In alcuni casi, e se la macchina fotografica lo consente, potrebbe essere utile portare con sé un altro obiettivo per fotografare, per esempio, gli animali.
  • Un treppiede può rivelarsi molto utile per le aree in ombra o scarsamente illuminate. Il problema è l'ingombro, ma esistono anche modelli di dimensioni contenute.
  • Un flash esterno è utile per fotografie di interni o controluce. Inoltre permette di risparmiare la batteria della stessa macchina fotografica perché evita l'utilizzo del flash interno.
  • Delle pile o una batteria di ricambio spesso si rivelano essenziali per le giornate più lunghe. È sempre spiacevole, infatti, trovarsi a corto di batteria nel bel mezzo di una visita o di una passeggiata.
  • Inoltre è sempre bene portare con sé una scheda di memoria o delle pellicole supplementari. Per ridurre il rischio di smarrimenti, furti o problemi tecnici, meglio portare più schede di memoria o pellicole di capacità media anziché una sola scheda o pellicola di grande capacità.
  • Sabbia, polvere, pioggia e altre intemperie sono particolarmente dannose per l'elettronica e gli obiettivi della macchina fotografica. Una pompetta con pennello, carta per le lenti e un panno morbido permettono, all'occorrenza, di pulire le attrezzature. In ogni caso, occorre ricordarsi sempre di chiudere le porte di connessione e di rimettere il copriobiettivo dopo ogni utilizzo. È sicuramente una buona idea applicare, se possibile, un filtro UV sulla lente (di tipo 1A o 1B), perché è meglio rischiare di graffiare un filtro da pochi euro che l'obiettivo della macchina fotografica.
  • Se si programma di fare foto subacquee, occorre ricordarsi di portare una custodia stagna.
  • Per il trasporto, chi viaggia con poco materiale preferirà le custodie da attaccare alla cintura. Chi invece si sposta con molto materiale, preferirà uno zaino, una sacca o una borsa a tracolla. In ogni caso, meglio sceglierli con una buona impermeabilità in caso dovesse piovere.
  • La macchina fotografica non deve essere custodita in ambienti troppo freddi o troppo caldi. I cambiamenti di temperatura troppo bruschi possono causare la formazione di condensa sulle lenti.
  • Anche l'umidità è nemica dell'elettronica. Mettere un paio di sacchetti di gel di silice nella borsa della macchina fotografica permette di assorbire l'umidità in eccesso. Si prega di notare che la risalita per capillarità dell'umidità è temibile e spesso inaspettata e che un apparecchio fotografico posto senza protezione sulla condensa di un vetro, per esempio, può causare danni irreversibili all'elettronica dell'apparecchio stesso.
  • Se il materiale che si ha a disposizione è nuovo di zecca, è meglio fare qualche prova prima della partenza al fine di evitare spiacevoli sorprese al ritorno.

L'INQUADRATURA

  • La prima domanda da porsi è, naturalmente, il livello di interesse del soggetto che si vuole fotografare. A volte capita che, nello stesso luogo o nell'arco dello stesso giorno, ci si presentino più soggetti simili fra loro. Scegliere il più significativo, il più esteticamente interessante o quello che si trova nel contesto migliore permette di realizzare una foto più bella.
  • Una volta scelto il soggetto, occorre trovare il punto di vista soggettivo migliore. Per trovare il posto giusto da cui scattare, non bisogna esitare di spostarsi, di girare intorno al soggetto, di spostarsi in altezza, ecc. Meglio evitare di fotografare il soggetto direttamente di fronte, conviene cercare un'angolazione che lo renda più armonioso.
  • Al momento dell'inquadratura, fare attenzione ai dettagli che circondano il soggetto per ottenere una composizione grafica piacevole. Giocare con gli elementi in primo piano e sullo sfondo.
  • Rispettare la "regola dei terzi", un accorgimento che consiste nel non collocare il soggetto più importante di una foto al centro della stessa, ma piuttosto nel terzo a sinistra, a destra, in alto o in basso dell'immagine.
  • Per le scene di vita quotidiana o soggetti in movimento, scattare al momento più opportuno.
  • A volte trovare l'inquadratura migliore richiede molto tempo. Meglio armarsi di pazienza e divertirsi nella ricerca della composizione migliore.

LA LUCE

  • La luce migliore per una fotografia è di solito quella che si ha la mattina presto e nel tardo pomeriggio. La luce di mezzogiorno appiattisce i rilievi e schiaccia la prospettiva, riducendo il contrasto dei colori.
  • Non sempre si può fare affidamento alla regolazione automatica dell'esposizione, soprattutto in caso di forte luminosità. Passare alla regolazione manuale.
  • Per foto controluce, preferire una sovraesposizione o utilizzare un flash potente.
  • Quando la luce è debole, l'uso di un treppiede può essere indispensabile. In questo caso utilizzare l'autoscatto per evitare di muovere la macchina fotografica quando si preme il pulsante di scatto.
  • Quando si usa un flash esterno in un interno, puntare il flash al soffitto o verso la parete permette di ottenere un'illuminazione indiretta più morbida e naturale.
  • In alcuni musei, il flash è vietato. Munirsi di pellicole più sensibili o, se si fotografa con apparecchi digitali, utilizzare un'impostazione ISO più elevata.
  • Evitare di utilizzare il flash in caso di pioggia, neve o nebbia. La luce rischia di riflettersi sulle gocce o sui fiocchi più vicini, dando risultati inaspettati in fotografia.

Majestic Barrière
Ubicato lungo la Promenade de la Croisette di Cannes, a 110 metri dal Palais des Festivals e dal porto vecchio, il Majestic Barrière offre una spiaggia...
Francia
Hotel in Francia
Confronta i prezzi di centinaia di hotel in Francia
Ristoranti unici in Francia
Confronta e scegli on line il tuo ristorante
Campeggio Francia
Trova il tuo campeggio a prezzi eccezionali!
Hotel Francia bas prix
Prenota il tuo hotel in Francia low cost! Confronta le offerte